domenica 14 giugno 2009

Il giorno dopo...

Eccomi qua come promesso a raccontarvi un pò di cose... Le scrivo a caldo così non dimentico nulla.. Poi per un pò di fotine vi rimando ad un prossimo post...

Iniziamo col dire che farmi da testimone si vede che porta sfiga!!!
La mia migliore amcia, poverina, aveva preso un giorno di ferie per poter scender come dai miei, mentre faceva una commissione è caduta in mezzo alla strada "di mento", è atterrata con il mento sul marciapiedi e come dice mio marito si è "sgrugnata", per fortuna solo escorazione al mento ed un dente rotto che però sabato mattina era già tutto intero. L'escorazione è stata coperta dal trucco.
L'altra mia testimone, mia cognata, che è incinta, non ha mai vomitato durante la gravidanza, da giovedì sera non faceva altro!!! E sabato a pranzo ha quasi collassato!!! In chiesa infatti, poverina, l'ho vista davvero sofferente!! E anche qua le dico "GRAZIE CHIARA DI ESSER RIMASTA FINO ALLA FINE!"

Questi episodi per fortuna sono gli unici spiacevoli che sono successi.

Prima di passare a raccontarvi di sabato vi racconto di venerdì sera.
Cena dai miei solo con mamma e papà, dopo la cena io prendo una busta e la porto da Alessio, lui si alza dice che non mi ha regalato nulla va del suo marsupio e mi dice: "Io posso darti giusto un bigliettino da visita!!" apro il porta bigliettini e dentro c'è la veretta di diamanti neri, che avevo visto dal gioielliere quando ho comprato i regali alle testimoni. Lui, dopo esser uscita dal gioielliere più di due settimane fa, gli ha mandato uno sms dicendogli di tener da parte la veretta, l'aveva nel portabigliettini da quasi 3 settimane ed io, non avevo capito nulla, anche perché c'eravamo detti niente regali!!! Dimenticavo di dire cosa conteneva la busta per Alessio, una MONTBLANC STAR WALKER BLU!!!
Ma la cosa più bella sapete qual'è? E' che Alessio avrebbe voluto infilarmi la veretta insieme alla fede sull'altare per farmi una sorpresa, sarei davvero svenuta se lo avesse fatto!!!

ORa siamo pronti per sabato!!
Ovviamente mattina con Edoardo dalla parrucchiera e dall'estetista per il trucco. Poi un pò di fotine a casa. Edoardo si è addormentato pochissimo prima di andare in chiesa, io ho detto ad Alessio che non importava che mi avrebbe aspettato a metà navata solo lui, non ho voluto stressare Edoardo.
Con il mio papà davvero emozionatissimo entriamo nella macchina, ovviamente chi mi conosce sa che sono puntuale e quindi, alle 17.30 sono in chiesa, ma manca un testimone e quindi "altro giro altra corsa!!!".
Vabbè arriva il momento, l'autista mi apre la portiera, mio papà mi aiuta a scendere dall'auto, e poi eccoci per il vialetto che ci porterà all'ingresso della chiesa.
Ci fermiamo sulla soglia, inizia la marcia nuziale ed eccoli là che aspettano, mio marito e mio figlio. Alla mia destra mio papà, in pochi metri quadrati gli uomini più importanti della mia vita, mio fratello era giusto un pò più in là.
Un nodo in gola perché non mi aspettavo proprio di vedere Edoardo ad aspettarmi. Arriviamo da Alessio strette di mano, baci e continuiamo lungo la navata.
Inizia il rito del matrimonio, io ed Alessio emozionatissimi, Edoardo che è stato buonissimo nel passeggino. Ma la più grande emozione per me è stata quando ho letto la seconda lettura, che io avevo scelto, la prima lettera di San Paolo ai Corinzi, Paolo in questo stralcio descrive l'amore, e io mentre leggevo pensavo, appunto al mio amore per mio marito e quello che lui prova per me, e quello che proviamo per nostro figlio, e quindi emozione a non finire, voce tremante, nodo alla gola, insomma per poco non scoppiavo a piangere sull'ambone.
Oltre allo scambio delle promesse e quello degli anelli, altro momento emozionante della celebrazione, è stato sicuramente il battesimo di Edoardo, a partire dal momento in cui mi hanno chiesto con che nome lo battezzavo e ho risposto "Edoardo Martino Guido", Martino è il nome di mio suocero e Guido quello di mio papà, per poi continuare con tutti i gesti e per finire con l'aspersione dell'acqua che ha rinfrescato un Edoardo oramai bagnato di sudore, al quale ho risparmiato il supplizio della giacchetta e della cravattina, comprata ma nel mio subconscio già sapevo che non gliel'avrei mai messa.

Usciamo dalla chiesa, lancio dei petali di rose, scambio di auguri e pianto con singhiozzi di Edoardo che si è spaventato quando ha visto che tutti mi circondavano per gli auguri e lui era rimasto con il papà. Mi ha fatto una grandissima tenerezza, sono riuscito a calmarlo ma ho preferito andare via. Volevamo fare pochissime fote anche con lui, ma poverino piangeva con il singhiozzo per la fame e nella concitazione del momento qualcuno ha preso la borsa cambio senza biberon. Arrivato il pronto soccorso dei nonni con il biberon, anche se la luce bellissima era andata via abbiamo fatto un paio di foto.

Arriviamo al ristorante, e prima che si apra il buffet facciamo le foto con i nonni, gli zii, e le madrine. L'attenzione degli invitati però è stata rapita da questo splendore di statuina che mi ha fatto con le sue manine d'oro Marina.



Notare che mio marito è in muta, ed io ed Edoardo indossiamo gli abiti di quel giorno :))

Si apre il buffet, i fotografi ci reclamano ma io Alessio si è appeno messo a mangiare e non andiamo a fare le foto :))

L'altra cosa che ha colpito tutti è stato il tableau, anche quello richiamava la nostra passione per la subacquea...
A chi è arrivato qua giù a leggere un grazie di cuore e un bacione come premio...
Domani spero di continuare il racconto arricchendo con un pò di fotine...
buona notte!!!


Photobucket

8 commenti:

  1. Non ti dico che magone leggere di questo racconto così emozionante.. sai quanto avremmo voluto esserci anche noi... vi eravamo vicini con il cuore e con il pensiero..

    RispondiElimina
  2. Lo so... Ci siete mancati tantissimo anche voi.. Vi ho pensato tantissimo...

    RispondiElimina
  3. Quante cose mi sono persa..... :-)
    sono però tanto felice per te!!!!!! Voglio le fotoooooooo

    RispondiElimina
  4. Lisy, non sai come mi sono commossa a leggere il tuo racconto, non vedo l'ora di leggere il resto e soprattutto vedere le foto. Ti rinnovo un mondo di auguri per la tua bellissima famigliola... basta altrimenti allago la scrivania....

    RispondiElimina
  5. Che bel racconto... il cake topper geniale :D
    Aspetto il prossimo racconto e le foto. Ancora auguri!

    RispondiElimina
  6. Congratulazioni!!
    Che bella giornata piena di emozioni positive!!!
    Ari

    RispondiElimina
  7. Congratulazioni!!!
    mi sono venute le lacrime agli occhi deve essere stata una giornata ricca di emozioni che difficilmente potrete dimenticare e sei stata una grande ad andare a leggere la seconda lettura io sarei crollata dopo le prime tre parole ... un bacio a tutti e tre
    Patrizia

    RispondiElimina
  8. Bellissimo il tuo racconto Lisanna, immagino come eravate emozionati. Sono felicissima che la giornata sia andata bene anche se mi dispiace un po' per le testimoni. Avrai sempre un meraviglioso ricordo di questa giornata e soprattutto del fatto che avete fatto i due passi più importanti nello stesso giorno (sposarvi e battezzare Edoardo.)
    Francy

    RispondiElimina