lunedì 17 settembre 2012

Primo giorno in piscina

Oggi un post non creativo, ma solo per raccontare il primo giorno di Edoardo in piscina. Quest’anno Edoardo frequenterà un corso di nuoto il sabato mattina, in cui incontrerà alcuni amichetti che andavano con lui all’asilo e che quest’anno invece hanno cambiato scuola.

Ma veniamo al racconto, in acqua alle 10, noi ovviamente eravamo alle 9.15 in palestra, sindrome degli uomini della mia famiglia. Premetto, palestra a meno di 600mt da casa, quindi sarei potuta uscire alle 9.30, anche 9.40, ma metti caso che buchi per strada? metti caso che non trovi parcheggio (ovviamente palestra dotata di mega parcheggio!)? metti caso che hai dimenticato qualcosa e devi tornare a casa? Insomma, arriviamo alle 9.15. E tutti a chiederci: “è in ritardo per il corso delle 9! su su si sbrighi!” Ed io: “Veramente noi siamo nel corso delle 10!”

Arrivati, c’è un comodo bar, ho chiesto al mio nano di prender qualcosa prima di spogliarsi, risposta? Voglio spogliarmi. Morale della favola alle 9.20 pronto per andare in acqua!

Vedevamo i suoi amichetti arrivare ma, ovviamente, tutti si fermavano al bar e noi invece lato spogliatoio.

Finalmente ci ritroviamo tutti negli spogliatoi, che gioia vedere gli incontri dei bimbi, Edoardo era strafelice di rivedere Flavio, ma in generale tutti.

Finalmente, arriva il momento di accompagnarli nella saletta dove, ciascun istruttore prende i suoi allievi e li porta in acqua.

Il bello di questa palestra è che noi genitori possiamo assistere. E quindi io ho assistito ai 60min del mio pesciolino.

Non ha pianto neppure un attimo (altri bimbi sono usciti per quanto piangevano), ogni tanto ci davamo l’ok! E qua, cosa carinissima, di solito l’OK lo si dà con il pollice in su, ma per i subacquei questo è il segno di salire su e quindi noi ad Edoardo abbiamo insegnato a fare l’OK quello dove indice e pollice formano una ‘O’ e poi le altre dita a ventaglio, lui sa fare bene, però mi fa troppo ridire, perché parte dalla manina chiusa, unisce pollice ed indice e poi apre tutte le altre dita è troppo comico.

Insomma è stato molto bello assistere, lui era molto orgoglioso anche perché le istruttrici fanno ai bimbi un sacco di complimenti. Alla fine ha fatto il tuffo senza braccioli, ovviamente ha dato le mani all’istruttrice, è andato dritto sott’acqua ed è risalito senza alcun aiuto, solo muovendo le gambine, quindi si è preso tutti i complimenti del caso, e, avete presente un galletto cedrone nel proprio splendore?, ecco proprio così. Tutto orgoglioso è uscito dalla vasca e pronto per la doccia.

Insomma direi che come primo giorno è andata più che bene, speriamo di continuare così, sia lui, a divertirsi, sia io, con la panciotta e poi con Emma al seguito.

Per oggi è tutto.

3 commenti:

  1. Tuo figlio è un mito!!!!
    Prima o poi ci vorrà una foto di quell'ok così carino ;-)

    RispondiElimina
  2. Il piccolo Edo segue le vostre orme! Grande ometto.

    RispondiElimina