mercoledì 19 novembre 2008

Parimpampù eccomi qua
Il 10 novembre alle 19:57 è nato il mio piccolo e dolcissimo Edoardo!
Dopo una giornata in ospedale alle 18 inizia la preparazione del cesareo, alle 19 entriamo in sala operatoria. Sia io che Alessio eravamo super tranquilli. Dopo l'epidurale iniziano a fare il taglio. Sento che Edoardo viene tirato fuori. Ma non lo sento piangere e domando: "Perché non piange?" non ottengo risposta e dico ad Alessio: "Segui Edoardo, io sto bene!"
Dopo un paio di minuti torna l'anestetista e le domando se sta bene e lei mi dice che il bimbo sta bene allora domando se ha i capelli rossi e lei mi dice che è moro :D
Appena finita l'operazione siamo stati io, Alessio ed Edoardo (che era nell'incubatrice per vedere se respirava da solo) per due ore. L'emozione che ho provato quando l'ho visto è indescrivibile. Alla nascita pesava 3990 gr ed era lungo 52cm, ha gli occhietti che sembra un cinesino ed una carnaggione bruna bruna. Quando l'ho visto gli ho detto: "sei bellissimo, ma sei un maialino ed io ti faccio con la soia!"
La prima notte Edoardo è sempre stato un angioletto ha dormito quasi tutta la notte e non avuto alcun problema a gestirlo anche se ero sola e con i punti.
Giovedì mattina poi ci hanno finalmente dimesso! Ma a Roma ha deciso di fare un grandissimo nubifragio! E' stato davvero un dramma, anche Alessio ha perso un pò la pazienza o meglio mi è sembrato molto scoraggiato. Il pomeriggio sono venuti tutti e quattro i nonni a casa però per non di più di due ore (lo stesso orario dell'ospedale). La prima notte l'abbiamo affrontata con mille paure, la prima di tutte era se il latte che ho al seno bastava per Edoardo in quanto ha fatto un calo fisiologico di 360gr ed il dottore mi ha detto di fare comunque attenzione. Tant'è che la sera Alessio ha voluto che facessimo un biberon di latte, però Edoardo ne ha ciucciato solo 5gr quindi pareva che il latte bastasse, anche la prima poppata notturna abbiamo avuto paura e abbiamo fatto il biberon (40gr) ed Edoardo ne ha presi meno di 5gr. L'indomani mattina io ed Alessio ci siamo coccolati, ovviamente c'è il blues baby che avanzava un pò. E Alessio mi ha confessato che quando Edoardo faceva gli scherzi con il respiro non sapeva che fare se stare con Edoardo oppure pensare a me che mi ricucivano.
Poi ho chiamato Elisa per parlare di allattamento, lei mi ha molto tranquillizato e quindi ho continuato tranquillamente con l'allattamento al seno. Ieri abbiamo fatto la prima visita dal pediatra e il bimbo ha preso da giovedì quindi in 5gg la bellezza di 350gr, direi che di latte ne ho abbastanza.
Un altro episodio importante e commovente che è successo in questi giorni è stata la reazione della mia nipotina Gaia ad Edoardo. Quando è venuta a trovarmi in ospedale mi guardava solo senza fare granchè. Ma il primo giorno che è venuto a trovarmi a casa mi ha fatto quasi metter a piangere, se ci penso ora mi viene ancora da piangere.
Avevo Edoardo in braccio che aveva appena finito di mangiare e stava dormendo, Gaia era in braccio ad Alessio e la porta da me io la chiamo e volevo fare il nostro giochetto che parliamo a botta di "eh eh eh" "oh oh oh", lei ha avuto una reazione allucinante, mi guardava senza dire una "parola" ma con un'espressione elonquentissima, poi guardava me ed Edoardo in braccio che dormiva. Ho dovuto "mollare" Edoardo a mia mamma e prenderla in braccio. Quando l'ho presa abbiamo giocato per un bel pò e abbiamo ripreso i soliti rapporti, però per quei due minuti me l'ha fatta proprio pagare. Ieri ci siamo già riviste ed è tutto come prima, mi cerca, mi chiama e vuole giocare e stare con me, per fortuna. Non mi aspettavo che una bimba di 4 mesi potesse trasmettermi e farmi capire di esser gelosa.
Complimenti a quelli che sono arrivati a legger fin qua. Presto vi farò un altro aggiornamento.


Photobucket

sabato 8 novembre 2008

Edoardo è ancora in pancia!!
Ebbene sì, oggi abbiamo fatto la prova generale dell'accettazione del parto programmato.
Stamattina alle 7 ero al pronto soccorso del mio ospedale, il mio ginecologo non era di turno come mi aveva preannunciato.
Accettazione dicendo che avevo un cesareo, alle 8 circa sono arrivati i miei genitori cn mia sorella, i miei suoceri e la sorella di Alessio con Gaia.
Alle 8.30 mi hanno chiamato per fare la visita (nemmeno un cm di dilatazione) ecografia (Edoardo è ancora podalico) e monitoraggio (Edoardo è un cavalluccio che non si ferma mai, ma nessuna contrazione).
Alle 9.20 ero di nuovo in sala d'attesa con tutti. Dentro avevo domandato se ci fossero probabilità di tornare a casa senza partorire: oggi c'erano 6 cesarei programmati! L'ostretico mi dice che oggi c'erano diverse emergenze da tutta la regione che convogliavano là, ma io ero la prima ad esser accettata.
Intorno alle 10 hanno chiamato due dei parti programmati, intorno alle 11 ad una ragazza l'hanno mandata a casa, alle 11.20 hanno accettato una ragazza che aveva tantissime patologie e quindi non si poteva rischiare. Alle 11.50 mi chiamano ed io dico: "Vado a casa?" e l'ostretico: "no, no venga e porti tutte le analisi!" Una volta dentro, prende i braccialetti per me ed Edoardo. Chiama per avere conferma che ci sia un posto per me, gli danno conferma. Mentre stiamo compilando la mia cartella clinica, chiamiano dal reparto per dire che sta arrivando un'emergenza con codice rosso e che quindi il posto letto è svanito! E mi rinviano a lunedì 10/11. Esco dalla porta e dico a tutti: "niente torniamo a casa!"
Potete immaginare l'espressione di delusione che si è dipinta sul volto di Alessio?
Vabbè pazienza!
Ovviamente lunedì ho più probabilità di partorire anche perché lunedì sarò a 39+5 settimane quindi direi che sia il caso che nasca!!!
Photobucket

venerdì 7 novembre 2008

Ultimo giorno con il pancione
E con gioia di tutti è arrivato anche oggi 7 novembre, per me ultimo giorno con il pancione, eh si, perché domani 8 novembre dovrò recarmi in ospedale dove mi aspetta un parto cesareo programmato che permetterà al mio piccolo Edoardo di uscire dal mio ventre.
Che aria si respira in casa? Io ed Alessio siamo abbastanza calmi però ovviamente l'emozione e l'immaginazione volano al momento in cui vedremo questo fagottino. L'immaginazione di Alessio va anche oltre dal momento che pensa anche a quando dovrà tagliare il cordone ombellicale e lavare lo "gnomo".
Poi convidido con voi uno stralcio di email che ha mandato il nostro istruttore di subacquea ieri sera e la relativa mail di risposta di Alessio.

Non dimentichiamoci che sabato dovrebbe finire la decompressione di nove mesi il pargolo di Capitan Findus!! Lui sì che è un vero sub!!!!!!!!! direi che se il Capitano il prossimo fine settimana non viene forse lo giustifichiamo ;-)

In acqua abbiamo tutti soprannomi Alessio è Capitan Findus, Alessio che oramai è Dive Master (guida) ha mandato questa mail in risposta.

Questo week-end sicuramente non ci sarò ma vedremo se questi 3 anni di immersioni hanno migliorato il mio modo di affrontare l’ignoto. Diciamo che per ora il mio briefing per questo sabato mattina è il seguente:
- sin dalla sveglia ci si prepara con calma non dimenticandosi nulla a casa
- si arriva in largo anticipo al pronto-soccorso per non stressarsi inutilmente a far tutto di corsa
- ci si “veste” da sala-chirurgica e ci si controlla con la moglie a vicenda
- si procede nella sala con la mente rilassata cercando di respirare con calma (evitare i respiri brevi e veloci)
- non farsi impressionare dalle luci “diverse”, dalla temperatura che può dar fastidio, concentrarsi sulle poche cose che ci competono: stare sereni e goderci il giretto in sala chirurgica
- alla fine DECO di Edoardo non affrettarsi ad uscire ma continuare a respirare e muoversi con calma e seguire le indicazioni dell’istruttore-chirurgo
- aspettare con pazienza i feedback dei medici e poi ….
- Festeggiare
Gestione e prevenzione:
- Segnalare anticipatamente eventuali malesseri 
- Evitare di entrare nel loop del panico
- Se l’operazione verrà rinviata mantenere la calma e la serenità, come quando si arriva a Cala Galera ed il mare è troppo mosso 
- Eventuali fattori “fastidiosi” possono presentarsi ma ….. finché c’è aria che vita

Sarete i primi a cui invierò un SMS.


E dopo tutto questo linguaggio subacqueo, vorrei ringraziare tutte le persone amiche che leggono il mio blog e mi fanno gli auguri e gli in bocca al lupo. Grazie di cuore.
E CREPI il LUPO!
Infine vi lascio una mia foto fatta ieri sera per vedere quanto mi sono lievitata. Ho 13kg dall'inizio della gravidanza e spero proprio che con il parto un bel pò di kg vengano buttati giù.



Non mi resta che salutarvi... Ci risentiremo dopo che lo "gnomo" sia uscito dalla pancia.

Photobucket

lunedì 3 novembre 2008

Ultimo weekend con Edoardo nella pancia

Quello che si è concluso dovrebbe essere (dovrebbe perché io sono scaramantica) l'ultimo weekend mio e di Alessio con Edoardo in pancia, com'è andata? Direi che sarebbe potuto andare molto meglio.
Sia io che Alessio siamo stati male! Alessio ha avuto l'influenza, febbre, mal di gola, raffreddore, dolore alle ossa.
Io pensavo di partorire ma non è accaduto, Edoardo è ancora al calduccio nella pancia. Sabato mattina mi sono svegliata alle 6 cn dei dolori all'addome tipo contrazioni, poi mi sono accorta che dovevo andare in bagno. Poi ci siamo svegliati sono voluta andare al lago per prender un pò d'aria sperando che mi passasse tutto invece, le cose sono solo peggiorate, non siamo rimasti per il pranzo. Siamo andati a casa, prima di arrivare a casa ho vomitato. Arrivati a casa ho provato a rilassarmi, ma niente, e quindi sono andata all'ospedale dove mi hanno trovato delle contrazioni sporadiche, che mi hanno detto che non fanno dilatare l'utero. In poche parole mi hanno rimandato a casa.
E sono stata praticamente sia sabato che domenica sul divano con le nausee e la pancia che diventava dura, ad un certo punto ho pensato che fossero due i bimbi nella pancia e non uno :D
Per fortuna oggi stiamo molto meglio.
Photobucket